Skip to content

1a puntata del programma dell’IRIB “Asse Roma-Berlino-Tel Aviv” basato sul libro. Origini e basi del sionismo.

9 settembre 2011

TEHERAN – E’ partito mercoledi’ su Radio Italia dell’IRIB un programma esclusivo di 10 puntate dal titolo Asse Roma-Berlino-Tel Aviv, programma realizzato sulla base di un omonimo libro del ricercatore italiano Andrea Giacobazzi, che parla di parti della storia del sionismo durante la seconda guerra mondiale, rimaste o per meglio dire fatte rimanere oscure. Radio Italia mira a far conoscere meglio al grande pubblico queste importanti verita’ storiche. Il programma e’ curato dalla giornalista iraniana Soroor Koliai.

***

Il sito web italiano dell’Islamic Republic of Iran Broadcasting ha aperto una sezione dedicata a questo nuovo programma in 10 puntate:

Ogni puntata contiene anche una intervista all’autore sul tema trattato.

Ascoltate questa prima puntata su ORIGINI E BASI DEL SIONISMO cliccando qui:  http://italian.irib.ir/analisi/asse-roma-berlino-tel-aviv/item/96449

 

*****

Alcune citazioni dalla prima puntata:

 

“L’ebreo emancipato è abbandonato a se stesso, malsicuro nei suoi rapporti coi vicini, timido nel contatto cogli ignoti, diffidente perfino di fronte ai sentimenti occulti degli amici. Egli spreca le sue forze migliori per soffocare o per estirpare o almeno per velare faticosamente la sua personalità più profonda, poiché teme che questa natura possa esser riconosciuta come ebraica; egli non conosce la gioia di abbandonarsi completamente, tal quale è, di essere se medesimo in ogni pensiero o sentimento, in ogni tono della voce, in ogni batter di palpebra, in ogni giuoco delle dita. Egli è mutilato internamente, esternamente egli diventa falso e quindi sempre ridicolo e ripugnante, come ogni falsità, agli uomini che abbiano un senso morale ed estetico ben educato. Tutti i migliori ebrei dell’Europa Occidentale gemono sotto questa miseria”

Max Nordau, leader sionista. E’ considerato uno dei fondatori politici del movimento.

***

[Gli ebrei assimilazionisti]: “Ma che cosa ha di comune Israele con quella gente? La maggior parte di costoro – eccettuo volentieri una minoranza – appartengono alle nature più basse dell’ebraismo che una selezione naturale ha destinato alle professioni in cui si guadagnano rapidamente i milioni; non mi domandate come! […] Già molti di loro abbandonano l’ebraismo; e noi auguriamo loro buon viaggio, dolenti soltanto che , nonostante tutto, essi siano di sangue ebraico, sia pur dei suoi residui”

Max Nordau

***

“Noi procureremo di fare nell’Asia anteriore quello che gli inglesi hanno fatto dell’India – parlo di opera di civiltà non di dominio-, noi pensiamo di tornare in Palestina come gli esponenti dell’ordine civile e di portare le frontiere morali dell’Europa fino all’Eufrate”

Max Nordau

***

“Nella vita quotidiana di un popolo operano le sue comunanze – sangue, destino, forza creativa, cultura – per così dire il suo fisiologico: esse restano sotto la soglia dell’autocoscienza. Solo nel movimento sono coscienti. […] Attraverso la comunità di sangue, il singolo si arricchisce e si consolida in ogni momento: attraverso il “movimento” del suo popolo […]”

Martin Buber, intellettuale sionista

***

“Dove le autorità non lo confinavano in un ghetto, là egli si erigeva da sé  il suo ghetto. Voleva stare con i suoi e non avere cogli abitanti cristiani altri rapporti che quelli del traffico. Nella parola “ghetto” risuonano alcune lievi sfumature di vergogna e di umiliazione. Ma l’etnologo e lo storico dei costumi riconoscono che il ghetto, qualunque fosse l’intenzione dei popoli che lo istituirono, non era sentito dagli ebrei del passato come una prigione ma come un luogo di rifugio. […] Nel ghetto l’ebreo aveva il suo mondo, la sua casa sicura che aveva per lui il significato spirituale e morale d’una patria”

Max Nordau

***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: