Skip to content

Il “soldato tedesco ideale” era mezzo ebreo.

20 marzo 2011

Un ossimoro sconcertante: il “soldato tedesco ideale” scelto dal Berliner Tageblatt* – pubblicazione soppressa nel 1939 – era uno dei tanti “soldati aventi sangue ebraico” presenti nelle forze armate tedesche, il mezzo ebreo (il padre era di ascendenza israelitica) Werner Goldberg.

In totale si pensa che i Mischlinge (mezzi ebrei, ebrei al 37,5% ed ebrei per un quarto) nelle forze armate nazionalsocialiste siano stati 150.000.

Diversi saranno gli ufficiali Mischlinge, due in particolari i casi clamorosi: il generale della Luftwaffe Helmut Wilberg e il feldmaresciallo Erhard Milch, quest’ultimo arriverà a ricoprire il settimo posto nella gerarchia del Reich. Seppur con
differenze interne tra i Mischilnge di primo grado (mezzi ebrei) e di secondo (persone con minore “percentuale di sangue ebraico”) le norme che riguardavano questi soldati divennero sempre più restrittive e severe
nel corso del governo di Hitler: fino alla fine della guerra – tra false dichiarazioni di arianità, esenzioni personali e congedi – si troveranno soldati di “sangue ebraico” nelle forze armate tedesche ma non pochi saranno costretti ai lavori forzati per l’Organizzazione Todt o deportati.

*errata corrige: “Berilner Tageblatt” e non “Signal”

Annunci
One Comment leave one →
  1. 14 giugno 2012 13:49

    Reblogged this on Radio Spada.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: