Skip to content

“Archivio Storico” intervista l’autore

8 febbraio 2011

E’ stata pubblicata oggi una dettagliata intervista dell’autore sul sito archiviostorico.info:

Andrea Giacobazzi (Reggio Emilia, 1985) si è laureato nel gennaio 2010 in Scienze Politiche (Relazioni Internazionali e Integrazione europea) presso l’Università Cattolica di Milano, discutendo la tesi intitolata “I rapporti internazionali dell’Organizzazione Sionista Mondiale e del Movimento Sionista Revisionista con l’Italia Fascista e la Germania Nazionalsocialista”. Risultato di due anni di ricerche condotte in diversi archivi italiani e israeliani, la tesi è stata recentemente pubblicata nel volume Asse Roma – Berlino – Tel Aviv (Il Cerchio, pagg.280, Euro 20,00).

Dottor Giacobazzi, nel volume (pag. 146) lei parla dell’ostilità nutrita da molti ebrei tedeschi nei confronti degli ebrei orientali (Ostjuden). Qual era l’origine di tale avversione?

Da molti ebrei assimilati gli Ostjuden erano considerati incompatibili con lo “spirito tedesco”, difficilmente inseribili nella società tedesca e arretrati. Non solo l’ebraismo assimilato e nazionalista ma anche diversi israeliti “liberali” usavano toni pressoché antisemiti nel rivolgersi agli Ostjuden. Ho riportato nel libro un testo di M. Rigg in cui si sottolineava come, durante gli anni Venti e Trenta, gli ebrei liberali definissero gli Ostjuden “inferiori”, richiedendo l’assistenza dello Stato per combattere la loro immigrazione. Nell’ambito del giudaismo tedesco-nazionalista – rappresentato da diversi gruppi pronti ad appoggiare la patria nazionalsocialista – si distinguerà, per il disprezzo verso gli “ebrei dell’est”, la “Lega degli ebrei nazionali tedeschi”, che chiedeva l’espulsione degli ebrei orientali dalla Germania e criticava certi comportamenti ebraici in termini quasi antisemiti. Il leader di questa formazione – M. Naumann – credeva che gli Ostjuden non fossero nemmeno paragonabili ai giudei tedeschi perché mantenevano «visioni morali sub-asiatiche [Halb-Asiens] estranee allo spirito tedesco». Secondo Naumann gli Ostjuden erano semplicemente non assimilabili «nella vita tedesca. Le speranze per una loro graduale germanizzazione erano malriposte, la loro natura “orientale” era troppo radicata per questo scopo».

L’ostilità verso gli Ostjuden era condivisa anche dai sionisti?

Larga parte dei sionisti veniva dall’Est europeo…

Per leggere il resto dell’intervista clicca qui: http://www.archiviostorico.info/interviste/4646-asse-roma–berlino-tel-aviv-intervista-con-andrea-giacobazzi

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: